Itinerari a piedi

Modica alta e Modica bassa sono, ancora oggi, “indivisibilmente” collegate da caratteristiche scale che permettevano agli abitanti del passato di raggiungere con facilità il fiume, un tempo utile e irrinunciabile meta fornitrice d’acqua.
I percorsi possibili da fare a piedi, quindi, sono tanti, cercheremo qui di inserire quelli che secondo noi sono i più strategici e panoramici.

Percorso Centro Storico

Difficoltà: bassa

via grimaldi modica
Per chi volesse fare una semplice passeggiata in centro, consigliamo un itinerario in piena rilassatezza da alternare a veloci e prelibati spuntini nei tanti locali e bar sistemati lungo il corso principale. Partendo dall’imponente Chiesa di San Pietro, dopo un’interessante visita all’interno, proseguite verso piazza Monumento, sulla strada troverete alla vostra sinistra Palazzo Grimaldi, XVIII-XIX secolo, con l'annesso portale della Chiesetta di S. Cristoforo, cappella privata della famiglia Grimaldi. Sul lato opposto della strada, invece, Palazzo della Cultura, sede del Museo Civico Archeologico. La fine del sentiero vi porta dritti in Piazza Monumento e andando verso sinistra, in fondo, arriverete nel sagrato della Chiesa di Santa Maria di Betlem. Da lì tornate indietro e seguendo la strada sul lato opposto, sempre dritto, arriverete in Piazza Matteotti, centro principale della città. Lì potrete visitare la Chiesa del Carmine, fine XIII - XIV sec.
Questo itinerario termina con la Chiesa della Madonna delle Grazie e il Palazzo dei Mercedari, adiacente al santuario. Proseguendo dopo Piazza Matteotti, al termine della strada, attraversate verso la piazzetta della Madonnina. Da lì proseguite verso sinistra e poi alla prima svolta a destra, sempre dritto, dopo pochi metri, sarete di fronte agli ultimi straordinari luoghi di interesse, capolinea del percorso.

Percorso Cartellone: il vecchio quartiere ebraico

Difficoltà: media

salita de' barbieri modica
Un suggestivo itinerario, per i più avventurieri e “resistenti”, vi permetterà di godere di un panorama mozzafiato. Il percorso dura circa mezz’ora e ha inizio di fronte alla Chiesa di San Pietro, sull’altro lato della strada, dove un grazioso e antico sottopassaggio ad arco, con un’elegante scritta Salita de’ Barbieri, vi inviterà ad entrare. Proseguendo al suo interno troverete una ripida scalinata che vi guiderà verso l’alto. Arrivati in cima sarete sulla “strada campailla”, noi consigliamo di salire verso destra e subito verso sinistra sotto la scritta “via liceo convitto”, inoltrandovi per i sentieri di questo antico labirinto. Andando ancora su per le gradinate, vi ritroverete di fronte ad un bivio, a quel punto proseguite verso destra. Sarete finalmente abbastanza in alto e, prendendo fiato, potrete ammirare lo straordinario panorama che comincerà ad aprirsi su quegli antichi vicoli, come l’importante Castello con il suo orologio, dominanti sulla città. Di tanto in tanto le tipiche fontanelle del luogo vi faranno compagnia e rigenereranno il vostro viaggio. A ridosso di una di queste, scorgerete con sorpresa, uno splendido regalo: una cornice in ceramica, timida sulla roccia, vi racconterà le parole del nostro famoso poeta, Salvatore Quasimodo, che lasciò un pensiero ai vicoli della sua amata città. Seguendo la stessa parete rocciosa a sinistra della scritta, troverete un’altra rampa. In cima sarete sul “vico mari”, procedete allora verso sinistra e andate ancora su per le scale. Successivamente svoltate verso destra, seguite questa volta i numeri civici delle abitazioni, arrivati al numero 21, salite per le scale vicine e seguendole tutte, fino in cima, vi troverete su una strada moderna. Andate, allora, verso destra e dopo un centinaio di metri avrete raggiunto la meta.
Un largo marciapiede con delle accoglienti panchine vi permetterà di riposarvi, mentre avrete di fronte un suggestivo panorama: Modica vista dall’alto, in tutto il suo splendore.
Per il ritorno tornate alle scale, noi consigliamo di scendere giù seguendo il vostro istinto, potrete incappare in altri vicoli che nascondono magiche sorprese...

Percorso Pizzo: una delle alture panoramiche più belle di Modica

Difficoltà: alta

san giovanni modica
Un itinerario interessante, ma abbastanza lungo, vi servirà almeno un’ora per svolgerlo tutto, ma ne varrà la pena. Le possibili soluzioni per raggiungere il Pizzo sono varie. Ci sono parecchie stradine o scale che dal centro portano su, il nostro percorso è solo uno dei tanti, potete seguirlo o andare inoltrandovi a naso. Buona passeggiata!
Si parte dalla Chiesa di Santa Maria di Betlem, imboccherete la stradina alla sua sinistra, la via santa Maria per l’appunto e inizierete questo magico viaggio. Andate dritti fino al civico n.10 e salite per le scale a sinistra; vi imbatterete in vecchie botteghe di artigianato, cornici di poesia delizieranno il vostro cammino fino a trovarvi di fronte alla casa/museo del famoso filosofo Tommaso Campailla e subito più avanti quella del poeta Salvatore Quasimodo. Potrete fermarvi per una visita all’interno e vedere luoghi pregni di storia e di poesia, oppure salire per le scale a destra e al bivio successivo andare verso sinistra. Scendendo pochi metri per lo stradone vi ritroverete di fronte alla splendida chiesa di San Giorgio, chiesa madre.
La spettacolare scenografia vi tenterà per una sosta. Perfetta location per bellissime foto questa cornice fatta di scale che portano verso il basso fino al centro della città.
Per i più temerari consigliamo di sfidare la fatica e andare ancora su, verso il belvedere ”Pizzo”.
Salite per le scale a sinistra del duomo (guardando la chiesa), seguite la strada per qualche metro e poi imboccate le scale a destra, dopo ancora a sinistra e poi salite verso destra. Alle prime scale a sinistra sarete in “via Poidomani”.
Incamminatevi ancora un po’ e, mentre i gatti del quartiere vi fanno compagnia, continuate per le scale a sinistra, poi le prime sulla destra, poi sinistra e giù per il sottopassaggio. Dovrete andare sempre verso l’alto, quindi su per le scale a destra e arrivati in cima proseguite verso sinistra e dritti per “via Nativo”. Andate sempre avanti fino al civico n.138, imboccate quindi le scale alla sua destra, seguitele tutte e al bivio andate a sinistra. Salite ancora e finalmente sarete agli ultimi gradini prima della meta.
Una vista magnifica e comode panchine accoglieranno la vostra stanchezza.
Ma non è ancora finita... le cose da vedere non mancano mai nella città di Modica. Infatti pochi metri più in là potrete visitare la Chiesa di San Giovanni con il suo altissimo campanile. Lasciandovi alla spalle le panchine, svoltate alla prima a destra e scorgerete già il profilo della chiesa.
Per il ritorno qualsiasi scala e stradina vada verso il basso vi riporterà in centro.